giovedì 15 novembre 2007

Concorsaccio "Racconta le origini di Cisponi"

Amici e collaterali di Ciccio Cisponi si sono riuniti ieri all'"Antro del Pizzicagnolo" per la consueta pizzata del mercoledì (giorno magico del pizza + birra + caffè = 8 euro) e hanno dato vita all'ennesima iniziativa lucrativa sulle spalle del povero Cispo.
Trattasi di un concorso che è qualcosa di più di un concorso.
Un concorsaccio.
Il titolo è:

Racconta le origini di Cisponi

Il primo a inviare la sua candidatura è stato il fulmineo Galvano Folgore, che però è stato talmente veloce che non abbiamo fatto in tempo a vedere il suo elaborato (Galvano, riscrivici!). Il secondo è stato l'immarcescibile Gaccu che sulla tovaglietta macchiata di doppio sugo e mozzarella di bufala in quattroequattrotto ha buttato giù questa proposta:

Non male, ma siamo sicuri che anche quella di Galvano sarebbe stata all'altezza. Per voi, centinaia di fan interessati al concorso, alleghiamo il bando invitandovi a postare il medesimo su tutti i blog dei vostri amici, i quali - ne siamo certi - mostreranno sempiterna gratitudine a voi e a tutti i vostri parenti più stretti (cari estinti compresi).



CONCORSACCIO
Racconta le origini di Cisponi
in occasione della beatificazione del nume tutelare di codesto blog, Ciccio Cisponi

BANDO e REGOLAMENTO

Art. 1
L’Istituto "Amici Irrinunciabili del Cispo", ente morale con sede legale in Krapula, frazione Capannelle, di séguito indicato come «Istituto», indice un concorso per celebrare la beatificazione del suo fondatore, Pino Squartullo, di séguito indicato con il suo nome da gangster, Zio Pino, che avrà luogo in Gabicce Collina il 15 aprile 2017.
Al concorsaccio possono partecipare gli studenti delle scuole di ogni ordine e grado, statali e non statali paritarie, pareggiate o legalmente riconosciute, del territorio nazionale, nonché gli studenti delle scuole statali della Repubblica di San Marino ai sensi della convenzione ratificata con legge 6 giugno 1939, n. 1320.

Art. 2
Il concorso si suddivide nelle seguenti categorie:
a. categoria “scuola primaria”, riservata agli alunni delle classi quarte e quinte della scuola primaria;
b. categoria “scuola media”, riservata agli alunni della scuola secondaria di primo grado;
c. categoria “scuola superiore”, riservata agli alunni di tutti gli indirizzi delle scuole secondarie di secondo grado (licei, istituti tecnici e istituti professionali, compresi gli istituti dell’istruzione artistica).

Art. 3
La categoria “scuola primaria” si articola nelle seguenti sezioni:
- disegno;
- poesia.
La categoria “scuola media” si articola nelle seguenti sezioni:
- poesia;
- componimento libero.
La categoria “scuola superiore” si articola nelle seguenti sezioni:
- disegno (solo per gli studenti degli istituti dell’istruzione artistica: liceo artistico di ordinamento, licei artistici sperimentali, istituti d’arte) e grafica digitale;
- componimento libero.
Alle sezioni “disegno” si può partecipare con un’opera grafico-pittorica realizzata a mano su supporto cartaceo, oppure con la fotografia di una tela.
Alle sezioni “poesia” si può partecipare con un componimento in versi sciolti o in rima in lingua italiana o in vernacolo.
Alle sezioni “componimento libero” si può partecipare con un tema, un saggio o un articolo, in lingua italiana, della lunghezza orientativa di quattro cartelle.
Alla sezione “grafica digitale” si può partecipare con un ipertesto, un sito web in formato diverso da quello ipertestuale (flash, php etc.) oppure un’immagine in formato jpeg, tiff, bitmap o vettoriale (estensione png).
Tutte le opere devono avere ad oggetto la vita di Ciccio Cisponi o comunque riguardare l’Istituto Amici Irrinunciabili del Cispo. A tal fine l’Istituto predisporrà un kit contenente materiale informativo sulla vita e le opere del fondatore che avrà cura di inviare alle istituzioni scolastiche che ne faranno richiesta.
La commissione esaminatrice non ammetterà al concorso le opere che non rispettino questo requisito e si riserva di escludere quelle che, a suo insindacabile giudizio, non risultino consone agli obiettivi dell’iniziativa.

Art. 4
Per partecipare è necessario far pervenire le opere entro il 28 febbraio 2018 all’Istituto Amici Irrinunciabili del Cispo, con qualsiasi mezzo di recapito (non fa fede il timbro postale), compresi, ove possibile, cammello ad acqua, carretto a due asini, pedibus calcantibus.
Le spedizioni a mezzo servizio postale (oppure corriere o consegna di persona) possono essere realizzate su supporto cartaceo o informatico (CD o DVD; non sono ammessi floppy disks). Le opere pittoriche di cui alla sezione “disegno” vanno inviate obbligatoriamente in originale.
Via e-mail sono ammesse tutte le opere ad eccezione di quelle di cui alla sezione “disegno” (eventuali fotografie vanno inviate stampate e non in formato digitale).
I formati ammessi per le opere di cui alle sezioni “poesia” e “componimento libero” fatte pervenire su supporto informatico o via e-mail sono testo (estensione txt), documento Word (estensione doc), rich text format (estensione rtf) e portable document format (estensione pdf). Il formato ammesso per le opere di cui alla “sezione grafica digitale” è uno di quelli indicati all’articolo 3; in caso di trasmissione via e-mail è richiesto l’invio di una cartella compressa (formato zip).
Via fax sono ammesse esclusivamente le opere di cui alle sezioni “poesia” e “componimento libero”.
Le opere dovranno essere accompagnate dai seguenti dati:
- nome e cognome;
- luogo e data di nascita;
- recapito postale, recapito telefonico e indirizzo e-mail;
- generalità dell’istituto al quale si è iscritti nonché classe, sezione ed eventuale indirizzo;
- categoria e sezione a cui si partecipa.
Per le opere realizzate da più studenti si prega di elencare tutti i nomi specificando i recapiti di un referente, che può essere eventualmente un docente coordinatore. Ciascun singolo o gruppo può partecipare con una sola opera. In caso di invii plurimi da parte dei medesimi autori, si terrà conto solo del primo per ciascuno di essi.
Gli studenti partecipanti si potranno avvalere di una spedizione unica eventualmente predisposta dagli istituti di appartenenza. In questi casi i dirigenti scolastici o i loro delegati avranno cura di distinguere le singole opere onde evitare di confondere i nominativi degli autori.
L’Istituto avrà cura di inviare via e-mail conferma di avvenuta ricezione del materiale a tutti coloro che avranno inviato le proprie richieste di partecipazione. Si prega pertanto di specificare sempre un indirizzo e-mail attivo.
L’Istituto non risponde di eventuali danneggiamenti dei supporti informatici.
I dati personali conferiti saranno utilizzati esclusivamente nell’ambito di questa iniziativa, nel rispetto del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196.

Art. 5
La commissione, nominata dall’Istituto tra insegnanti, dirigenti scolastici e membri dell’Istituto, esprimerà un giudizio insindacabile sulle opere pervenute con votazione in decimi e assegnerà i seguenti premi ai primi tre classificati per ciascuna sezione nell’ambito delle tre categorie:

Categoria “scuola primaria”
I classificato per ciascuna delle due sezioni: fotocamera digitale
II classificato per ciascuna delle due sezioni: consolle con videogioco
III classificato per ciascuna delle due sezioni: lettore MP3


Categoria “scuola media”
I classificato per ciascuna delle due sezioni: computer potatile
II classificato per ciascuna delle due sezioni: stampante laser a colori
III classificato per ciascuna delle due sezioni: lettore DVD portatile

Categoria “scuola superiore”
I classificato per ciascuna delle due sezioni: viaggio all’estero (biglietto aereo A/R)
II classificato per ciascuna delle due sezioni: videocamera digitale
III classificato per ciascuna delle due sezioni: navigatore satellitare

A tutte le scuole partecipanti verrà offerta una targa "Amico del Cispo".

Verranno infine estratti a sorte tre insegnanti tra i referenti indicati sulle schede di richiesta kit, a cui abbiano fatto effettivamente seguito partecipazioni, n. 3 televisori al plasma.

A tutti i partecipanti sarà conferito un attestato di partecipazione.

La cerimonia di premiazione avverrà in Krapula Gora, nel luogo che sarà reso noto, il 13 aprile 2018. I vincitori saranno avvisati direttamente mediante comunicazione a mezzo servizio pubblico postale e, ove possibile, comunicazioni telefoniche informali. Tutti gli altri saranno avvisati via calesse.

Art. 6
L’Istituto si riserva il diritto di riprodurre le opere pervenute per finalità biecamente commerciali, fatti salvi i diritti di cui alla legge 22 aprile 1941, n. 633.

11 commenti:

Antonio ha detto...

Ovviamente si trattava di un rutto introspettivo, in copertina...

Bruno ha detto...

@Antonio> Anche un po' restrospettivo, se vogliamo.

Ma, un plauso al collega Aigor Sbottazzoni, glielo vogliamo fare o no, per aver stilato cotanto regolamento del "Concorsaccio"?
Cisponi ha già messo in moto tutta la macchina clientelare, per poter far vincere il concorsaccio ai suoi pupilli. Sapete com'è... è la regola.

remo ha detto...

Oggi e' il giorno piu' bello della mia vita.
Davvero.
Scoprire di essere fra i links dell'immenso Cisponi, mi ha fatto iniziare la giornata con infinito orgoglio e in una maniera paradisiaca.
Ossequi da 70 km dal lago di Varano,
r--

emo ha detto...

So che il Cispo sta stilando la lista dei buoni e dei cattivi. Statevi accorti.

Design270 ha detto...

mi esce il sangue dal naso!

bruno enna ha detto...

Devo dire che qui in Sardegna tutti si stanno attivando. Le scuole primarie, secondarie e terziarie sono in fibrillazione. La gente mi telefona, mi manda radiotaxi, mi lancia mele cotogne solo perché conoscono il Cispo (che, tra l'altro, mi deve parecchi euri) e alcune giovani e procaci insegnanti si sono dette disposte a darmela(fuori dagli orari scolastici, ovviamente) pur sapendo che sono sposatissimo e completissimo. Si tratta di un bel momento. Il vero problema è che qui, per spedire, non abbiamo i cammelli ad acqua, ma i cinghiali a pressione. Hanno una certa autonomia scoreggiativa, sono simpatici e galleggiano abbastanza anche dopo pranzo, ma presto esauriscono la spinta e affogano dalle parti delle Bocche di Bonifacio. Speriamo di risolvere entro e non oltre il 2018.

Davide Barzi ha detto...

Ah,ma ho anch'io "aderito spontaneamente"?!?

Viva!

E adesso?

Ma soprattutto, si può scaricare dal setteentrenta?

emo ha detto...

il 2018 è comunque vicino, non bisognerebbe mai dimenticarlo.

Bruno ha detto...

@Tutti> "Il Cisponi vede e provvede, quando vuole. E lui, non vuole!".
dal "II° Libro del Cisponi" - cap. 57 c.v. 358 bis

avv. Aigor Sbottazzoni in persona ha detto...

Per Davide:
è inutile che fa finta di niente. In una cena lucchese mi disse testualmente: "Qualora Cisponi dovesse scendere in campo, avrebbe il mio appoggio incondizionato e il voto di tutti i miei amici e conoscenti". Io dico basta a quest'Italia dell'incoerenza. Ci sono testimoni, non può sempre girarsi la frittata a suo favore. Un po' di serietà, diamine.

Per Desaign:
fazzoletto?

Per Remo:
sappia che l'orgoglio è ricambiato dal mio assistito. Che per festeggiare ha stappato un'Oransoda, con tutte le conseguenze gastriche del caso.

Per Bruno:
come sggerisce Emoliano Longobardo, il 2018 sembra lontano, ma non fai in tempo a distrarti un attimo e te lo ritrovi lì, alle porte. Veda se può fare qualcosa per 'sta faccenda dei cinghiali a pressione (ha provato con 2.1 per le zampe anteriori e 2.4 per le posteriori?)

bruno enna ha detto...

Purtroppo tutti i tentativi sono stati vani. Stiamo sperimentando i fenicotteri low coast.